Scheda 287
Secondo il regolamento 561/2006/CE, il conducente, dopo sei periodi di guida, deve effettuare un riposo di 45 ore consecutive I periodi di permanenza a bordo del veicolo a fianco di un altro conducente (multipresenza) sono considerati tempi di disponibilità Sul display del cronotachigrafo digitale, il simbolo in figura indica "altri lavori" Il cronotachigrafo digitale è uno strumento che può registrare le attività di un solo conducente Passando dalla guida di un veicolo munito di cronotachigrafo analogico a uno munito di cronotachigrafo digitale, il conducente deve terminare la compilazione del foglio di registrazione e inserire manualmente sul cronotachigrafo digitale i tempi di guida e di riposo già effettuati, dopo aver inserito la propria carta tachigrafica In presenza del segnale raffigurato occorre moderare particolarmente la velocità se si è alla guida di una autocisterna carica Il pannello integrativo in figura non vale per gli autobus extraurbani Il pannello a sfondo verde con impressa in nero la lettera "a" indica che il veicolo su cui è posto trasporta azoto liquido In presenza del segnale raffigurato, i conducenti di veicoli pesanti che trasportano merci devono adeguare la velocità alle condizioni della strada e del carico trasportato La carta tachigrafica contiene il numero di patente del conducente Durante le operazioni di traino, se il veicolo trainato non può attivare la segnalazione luminosa di pericolo, deve mantenere esposto, sul lato rivolto alla circolazione, il segnale mobile di pericolo o il pannello per carichi sporgenti Chiunque non abbia potuto evitare la caduta di materie viscide, deve deviare il traffico in attesa che l'ente proprietario della strada intervenga per ripristinare le condizioni ottimali Quando abbassiamo il martinetto idraulico agendo sulla valvola di scarico, non dobbiamo farlo mentre siamo ancora sotto al veicolo per evitare di essere schiacciati dallo stesso Nel caso di un mezzo d'opera, la massa complessiva a pieno carico di un complesso di veicoli a 5 o più assi non può superare le 56 tonnellate (salvo casi particolari) La fascia d'ingombro aumenta se il veicolo è dotato di più assi sterzanti Nel caso di un mezzo d'opera, la massa complessiva a pieno carico di un veicolo isolato a 3 assi non può superare le 33 tonnellate Per garantire una miglior visibilità diretta della strada, è necessario evitare l'appannamento del parabrezza e delle vetrate laterali I diaframmi interni della cisterna riducono gli spostamenti del liquido nelle situazioni di marcia più critiche (curva, accelerazione, frenata) Nel regolatore di pressione di un impianto frenante pneumatico, la valvola di scarico si deve aprire appena acceso il motore Il perno del semirimorchio deve avere ampio gioco all'interno del suo alloggiamento nella ralla, in modo da garantire la volta corretta del semirimorchio Il motore a scoppio è detto anche "ad accensione comandata" Il conducente non può intervenire sul comando della frizione se la stessa è di tipo pneumo-idraulico In un motore Diesel, quando il clima è molto freddo, la pompa di alimentazione del combustibile deve essere accesa dal conducente con apposito pulsante, alcuni secondi prima della messa in moto del motore Sui veicoli pesanti, l'albero di trasmissione è generalmente realizzato in più tronconi collegati da giunti Gli organi della trasmissione del moto presenti negli autoveicoli sono l'insieme di organi che hanno lo scopo di trasferire la potenza generata dal motore alle ruote L'impianto di lubrificazione interessa gli organi meccanici di un motore a scoppio o Diesel L'indice di velocità di uno pneumatico può essere rappresentato da una lettera maiuscola, ad esempio "J" Sul fianco dello pneumatico viene indicato se si tratta di uno pneumatico da utilizzare con camera d'aria L'indice di velocità di uno pneumatico non viene indicato nel caso di pneumatici da utilizzare solo in gemello La sigla TWI, posta sul fianco dello pneumatico, si trova in corrispondenza degli indicatori di usura Negli impianti di frenatura ad aria compressa, l'essiccatore serve a impedire che il compressore aspiri aria troppo umida L'impianto di frenatura pneumatico integrale o quello pneumoidraulico, sono divisi in più sezioni indipendenti, una per le ruote anteriori, una per quelle posteriori ed eventualmente una per il rimorchio I freni a disco possono essere del tipo autoventilato Le sospensioni pneumatiche consentono una facile correzione dell'assetto grazie ad apposite valvole livellatrici Gli organi di sospensione del veicolo servono a ridurre gli effetti degli urti trasmessi al veicolo dai dislivelli e dalle irregolarità stradali L'accensione della spia indicata in figura, può essere determinata dalla rottura della cinghia trapezoidale Prima della partenza, il conducente deve controllare la regolarità di pagamento delle rate dell'eventuale leasing gravante sul veicolo È opportuno verificare periodicamente le condizioni delle cinghie di trasmissione Per ridurre al massimo i problemi di manutenzione, il conducente deve cambiare marcia il meno possibile Il carico deve essere compatibile con la portata e il volume utili del veicolo
figura 803 figura 4 figura 127 figura 1 figura 705
40:00