Scheda 473
Secondo quanto stabilito dal regolamento 561/2006/CE, il periodo di riposo giornaliero è un periodo durante il quale il conducente non può disporre liberamente del proprio tempo È ammesso utilizzare un foglio di registrazione del cronotachigrafo analogico per più di 24 ore La carta tachigrafica del conducente può essere utilizzata anche nei cronotachigrafi analogici di tipo elettronico Nel cronotachigrafo digitale i dati sono memorizzati nella memoria interna del dispositivo e nella carta tachigrafica inserita La carta tachigrafica del conducente può essere utilizzata per il pagamento dei pedaggi autostradali Il pannello a sfondo verde con impressa in nero la lettera "d" può essere posto su veicoli, di massa complessiva a pieno carico superiore a 7,5 tonnellate, che trasportano latte fresco Il pannello integrativo in figura può essere abbinato ad un segnale di divieto Il segnale raffigurato impone un limite di velocità di 50 km/h Il segnale raffigurato indica agli autocarri la direzione per il centro cittadino A bordo di un veicolo che trasporta merci pericolose, salvo i casi di esenzione, deve essere presente il documento di trasporto ADR In caso di guasto meccanico al veicolo che lo blocchi in una galleria autostradale, occorre fermare immediatamente il veicolo sulla corsia di marcia attivando la segnalazione luminosa di pericolo In caso di ingombro della carreggiata per caduta del carico o per qualsiasi altra causa, il conducente deve rimuovere l'ingombro, per quanto possibile In caso di sostituzione di una ruota di un autocarro o di un autobus, la ruota di scorta deve essere tolta dal suo vano solo dopo aver sollevato il veicolo con il martinetto idraulico I veicoli pesanti non possono avere, di norma, sbalzi di lunghezza superiore ai quaranta centimetri La fascia di ingombro di un veicolo diminuisce con l'aumentare dell'angolo di sterzata Vengono definiti eccezionali quei veicoli che, in configurazione di marcia, superano i limiti di massa o di sagoma ordinariamente previsti dal codice della strada Alla guida di un mezzo pesante bisogna considerare che la visibilità indiretta attraverso specchi o telecamere, lascia comunque delle "zone d'ombra" (angoli morti della visuale) dove non è possibile scorgere veicoli o pedoni Per migliorare la stabilità di marcia del veicolo è bene che il carico o i passeggeri siano posizionati il più possibile sul lato opposto a quello dove si trova il conducente La frenatura di un rimorchio con freno continuo e automatico è anticipata rispetto a quella della motrice Nell'impianto di frenatura pneumatico, il servodistributore a triplo comando è montato sulle motrici atte al traino Se il veicolo è dotato di frizione automatica il pedale della frizione viene bloccato in posizione alzata La frizione può anche essere a comando idraulico oppure pneumo-idraulico Un veicolo ibrido è dotato solo di due motori elettrici: uno ad alta tensione ed uno a bassa tensione In un motore Diesel, gli elementi pompanti di una pompa di iniezione in linea sono sempre in numero pari In molti autocarri e autobus di media portata, il pedale della frizione agisce su un servocomando a funzionamento idraulico L'olio di lubrificazione ha anche lo scopo di raffreddare le parti metalliche che si muovono a contatto tra loro I talloni sono la parte dello pneumatico a contatto col cerchio L'uso di pneumatici invernali omologati sostituisce l'eventuale obbligo di montaggio catene in tratti di strada innevati Alla fine di un viaggio, uno pneumatico sgonfio ha il battistrada più caldo al centro Il battistrada di uno pneumatico ha lo scopo di facilitare l'allontanamento dell'acqua e, negli autoveicoli, deve avere uno spessore di almeno 1,2 millimetri su tutta la superficie dello pneumatico In un impianto di frenatura pneumoidraulico, è l'olio che comprime l'aria diretta agli elementi frenanti La frenatura di servizio degli autoveicoli deve essere di tipo "a impulsi" Nei veicoli dotati di frenatura ad aria compressa, il modulatore della frenata è situato tra il distributore duplex e gli elementi frenanti posteriori Occorre controllare periodicamente la pressione degli ammortizzatori La fuoriuscita di fumo bianco ed abbondante dallo scarico può indicare una perdita d'olio in camera di scoppio L'accensione della spia indicata in figura, è determinata dalla scarsa pressione dell'olio nel circuito di lubrificazione Il conducente deve effettuare verifiche di efficienza del veicolo prima della partenza solo se il veicolo è stato immatricolato da più di due anni Il conducente deve essere in grado di mettere in fase l'impianto di distribuzione di un motore Diesel L'instabilità di marcia del veicolo può dipendere da scarsità di olio nel circuito di lubrificazione del motore La sigla ATP si riferisce all'accordo internazionale per il trasporto di derrate deperibili
figura 127 figura 2 figura 250 figura 706
40:00